Il Reishi ferma l’osteoporosi e rafforza l’osso

Il Reishi ferma l’osteoporosi e rafforza l’osso

Il Prof. Shimizu e il suo gruppo di ricercatori già nel 1994, ha dimostrato l’effetto del reishi nella prevenzione e nella cura dell’osteoporosi.
Lo studio ha dimostrato che il reishi non produce le quantità di estrogeni, in grado di stimolare l’utero e mammella e quindi senza alcun pericolo di generare patologie tumorali.

L’osteoporosi si ferma, e l’osso si rafforza
Il Prof. Miyamoto che ha proseguito gli studi del Prof. Shimizu, recentemente nel 2009, ha dimostrato, che anche nelle topine in menopausa, il trattamento con reishi ha migliorato la densità ossea rispetto ai topini del gruppo di confronto senza reishi.
In 11 settimane il processo di osteoporosi si era fermato, invertito ed era ripreso il rafforzamento osseo.
Si chiama acido Ganoderico DM la sostanza del reishi che riduce l’impoverimento dell’osso, causato dagli osteoclasti.

L’osteoporosi
Nella menopausa, la carenza di estrogeni l’osso si indebolisce e può comparire l’osteoporosi. Due sono i processi sfavorevoli, infatti si forma poco osso nuovo ed aumenta l’osso, che viene riassorbito, cioè che si perde.
L’osso diventa più fragile, perde sempre più la sua elasticità e resistenza, sopporta meno il carico e ed è più soggetto a fratture.

Il Reishi stimola la produrre la ghiandola surrenale a produrre la quota di estrogeni necessaria a mantenere le funzioni che erano assegnate agli estrogeni, escluse quelle riproduttive sull’utero e mammella.
Quindi la piccola produzione della ghiandola surrenale, serve per sostenere la salute delle ossa, della pelle, della forma del corpo, dei capelli, dell’energia e dello stato emotivo.

Cordialmente
dottor Walter Ardigò

Prodotti Collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...