Cordyceps: uno dei rimedi più potenti e salutari al mondo

Cordyceps: uno dei rimedi più potenti e salutari al mondo

Il Cordyceps è originario del Tibet, dove si è ben adattato a vivere tra i 3500-5000 m di quota dell’altipiano, in un ambiente povero di ossigeno. Anzi è proprio questa sua particolarità, che lo rende particolarmente interessante ed utile per l’uomo, quando si trova in condizioni di ipossia. Come capita in alta montagna, nello sforzo fisico dello sport o in caso di malattia. Dalle anemie, all’enfisema, all’asma o anche alle malattie cardiache.

Il Cordyceps  spunta dalla terra a maggio inoltrato, due settimane dopo il digelo, dopo che anche le ultime nevi, che avevano ricoperto l’altipiano per tanti mesi da settembre a maggio, si sono finalmente sciolte. Vivere in un’ambiente povero di ossigeno, il Cordyceps ha sviluppato notevolissima capacità, credo unica al mondo in questa misura, di asssorbire dall’ambiente una quantità circa doppia di ossigeno, rispetto a tutte le altre forme di vita. Essendo un fungo commestibile questa qualità viene trasferita a chi lo utilizza, come alimento. Non c’è Tibetano, che se lo faccia mancare.

Il Tibet è un altipiano posto alla stessa quota della cima al Monte Bianco, 4810 m

A queste quote, si sono adattati a vivere gli Yak, che sono un tipo di bufalo mansueto, le popolazioni del Tibet, il Cordyceps e qualche arbusto o lichene. Per vivere qui, il Cordyceps è fondamentale e non è un caso, che la natura, con la sua meravigliosa saggezza, proprio qui, lo abbia “voluto seminare”.

Ogni ecosistema, ogni contesto naturale sopravvive, se è in grado di creare un ciclo autosufficiente. Senza il Cordyceps lo yak forse, non riuscirebbe a riprodursi e quindi a sopravvivere. Senza lo yak, nemmeno l’uomo riuscirebbe a sopravvivere in Tibet.

L’uomo ha imparato a utilizzare il Cordyceps dagli yak

Subito dopo il disgelo, gli yak perdono la loro mansuetudine e corrono alla ricerca del cordycpes, di cui sono ghiotti. Ancora oggi i tibetani, usano gli yak per andare a racogliere questo fungo, di grande aiuto e  fondamentale per vivere in condizioni così freddi ed estremi, credo sia la popolazione o una delle pochissime popolazioni, che viva a quote così elevata del pianeta. Oltre i 4500 m.

Quindi è facile capire che il Cordyceps ha proprietà uniche, curative, che si prendono cura di rafforzare praticamente tutto le funzioni dell’organismo. I suoi principi attivi sono commestibili e si trasferiscono all’uomo e agli animali, che si rafforzano.
Questo è il motivo per cui all’uomo moderno conviene moltissimo prendersi le compresse di Cordyceps.

Il Cordyceps potenzia enormente l’apparato respiratorio

Gli studi lo dimostrano che migliora e risolve bronchite asma. Anche persone affette da enfisema, patologia degenerativa, che distrugge la superficie di scambio tra il polmone ed il sangue hanno avuto importanti miglioramenti.

A molte persone sembra incredibile, ma invece è semplice da comprendere perchè a 5000 m. l’apparato respiratorio è come il salvagente per chi non sa nuotare. Perchè se l’apparato respiratorio non fosse veramente forte a 4000-5000 m. di quota non si campa a lungo. Lo stesso vale per il cuore, il muscolo, le ossa,  le difese immunitarie la digestione. Quindi chi prende il Cordyceps ha la forza della montagna nelle sue membra.

Il Cordyceps potenzia moltissimo il sistema immunitario

Perchè sono fonte di stimolo per il sistema immunitario che, con l’arrivo della stagione freddda, prima e più rigida che i pianura, metterà a dura prova le difese immunitarie, degli abitanti.

Il Cordyceps è grande aiuto e prevenzione per il cuore, scalda il corpo e la mente

E poi stimolano l’energia fisica e mentale, il cuore e la circolazione, messi sotto sforzo in montagna e proteggono la pelle esposta al sole ed al vento e le ossa e la musculatura sottoposte ad un uso intenso per affrontare la montagna.

Il Cordyceps tiene lontano l’invecchiamento

Eliminando i radicali liberi proteggono le cellule dall’invecchiamento, accentuato dalla quotidiana fatica della montagna e del confronto con gli elementi atmosferici, sole, vento, pioggia, freddo e neve.
Poi sono anche fonte di minerali, di vitamine e di un nutrimento, che ha un valore se si considera che lì’assunzione di 2 g. di fungo al giorno come consiglio, sulla base degli studi fatti dai ricercatori equivala a circa 20 g. di fungo fresco.

Il Cordyceps tiene lontano molte altri guai fisici e regala tanta energia

Nel prossimo post altre informazioni sull’energia, la sessualità, il sostegno ormonale, renale, cardiaco, mentale contro la demenza, la pelle e altro ancora

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...