Proprieta’ del Reishi (ganoderma lucidum)

Ganoderma o Reishi

Per: combattere le allergie, avere un fisico snello, pelle bella e tanta energia

Non è semplicemente un rimedio utile, il Reishi è il “Rimedio”: possiede, infatti, potentissime azioni, capaci di riequilibrare la salute sotto moltissimi punti di vista e senza effetti collaterali. Del resto contiene più di 400 sostanze biologiche utili alla salute. Non è un caso che il termine Reishi significhi “fungo per la longevità” o “per l’immortalità” e che in oriente sia il simbolo della fortuna.

Principi attivi contenuti Beta-glucani: sono elementi dotati di azioni antivirale, antibiotica, antinfiammatoria cortison-like, immunostimolante. Ganoderani B e D: sono ipoglicemizzanti e migliorano l’utilizzo del glucosio nei tessuti.

Triterpeni: hanno effetto antivirale, antibiotico, antistaminico, cortison-like antinfiammatorio e immunostimolante. Inoltre, riducono il livello del colesterolo nel sangue. Adenosina: è un ottimo vasodilatatore, un antiaggregante piastrinico, in grado di diminuire la viscosità del sangue, e un efficace ansiolitico e antistress, con effetto rilassante sul muscolo.

Enzimi del fegato: alcuni con effetto disintossicante (citocromo P-450) e altri con effetto antiossidante (SOD, perossidasi, catalasi).

Tirosinasi: mantiene la pelle bella e liscia e modula la produzione di melanina, eliminando le macchie cutanee.

Indicazioni e suggerimenti per l’utilizzo.

Rafforza l’organismo con tutti i 4 poteri. Per questo, sono moltissime le possibilità di utilizzo del Reishi, tutte altamente efficaci. Questo fungo, per esempio, è importante per migliorare le difese immunitarie, rendere la pelle bella, ridurre il sovrappeso, proteggere il sistema nervoso centrale e la psiche, aumentare l’energia psicofisica e molto altro ancora.

1° potere: malattie legate alle difese immunitarie e all’infiammazione

Il Reishi è un potente antibatterico e antivirale, in grado di aumentare le difese immunitarie nelle malattie sostenute da virus e da batteri. Non solo: impedisce ai virus di riprodursi, anche a quelli più aggressivi, come l’HIV e quelli responsabili delle epatiti A, B e C. Inoltre, agisce come antinfiammatorio, garantendo risultati simili a quelli del cortisone, ma senza gli effetti collaterali tipici di questo farmaco. Queste azioni lo rendono utile nella prevenzione e nella cura di molte malattie. È efficace anche contro la Candida.

Il fungo contrasta, poi, le malattie allergiche e autoimmuni: infatti, oltre a essere antinfiammatorio, possiede principi attivi antistaminici, elimina la produzione di anticorpi e autoanticorpi patogeni e riequilibra il sistema immunitario. È efficace per:

  • allergie da pollini, polvere, acari, peli di animale o altro
  • allergie da nichel
  • allergie da sostanze chimiche
  • artrite
  • artrite reumatoide
  • asma
  • bronchite
  • candida
  • cistite
  • epatiti
  • herpes
  • HIV
  • infezioni delle vie urinarie
  • influenza
  • lupus eritematoso
  • malattie autoimmuni
  • mal di gola
  • morbo di Basedow
  • polimialgia reumatica
  • sindrome di Sjögren
  • tiroidite autoimmune di Hashimoto
  • tonsillite

2° potere: malattie legate a digestione, peso e metabolismo

Questo fungo mantiene in buona salute lo stomaco. Infatti, è un ottimo gastroprotettore, promuove il funzionamento dell’organo, tende a guarire le lesioni della mucosa gastrica e rigenera il muco gastrico, che esercita un ruolo positivo.

Migliora, poi, la salute intestinale e aiuta a proteggere la bocca. Inoltre, permette di perdere peso, soprattutto in caso di malattie del metabolismo, perché aiuta a smaltire gli eccessi di grassi e di colesterolo, rende il corpo leggero e scattante e la silhouette definita e snella.

Infine, combatte la glicemia elevata, risultando prezioso contro il diabete. È efficace per:

  • diabete
  • difficoltà di digestione
  • emorroidi
  • gastrite
  • glicemia alta
  • intolleranze alimentari
  • sovrappeso
  • stitichezza
  • stomatite

3° potere: malattie legate a fegato, pelle, rene e difese anti-radicali liberi

Il Reishi è un epatoprotettore che si prende cura del fegato. È ricco, infatti, di enzimi depurativi e antiossidanti, protegge l’organo dai danni causati da sigarette e altre sostanze tossiche, riduce le transaminasi alte e combatte i virus che attaccano quest’organo. Nelle epatiti, inoltre, aumenta le difese immunitarie antivirali, difende e favorisce la rigenerazione delle cellule epatiche e svolge azione antinfiammatoria. Infine, ha dimostrato di rallentare la deposizione di fibrina nel fegato, il processo che porta alla cirrosi epatica. Questo fungo, poi, rende la pelle più bella, tanto che rappresenta il cosmetico numero uno delle donne orientali.

Innanzitutto, rimuove accumuli di impurità, piccole cicatrici, macchie dell’età, rughe e altri segni dell’invecchiamento. In secondo luogo, migliora l’afflusso di nutrimento e ossigeno alla cute. Agisce anche nei confronti delle malattie cutanee: rimuove l’infiammazione e gli anticorpi, facilita la guarigione delle ferite, rigenera i tessuti.

Non dimentichiamo che il rimedio stimola la produzione e la secrezione di bile, agevolando il lavoro dell’intestino tenue e della cistifellea, protegge il rene e, grazie all’elevato tenore di antiossidanti, contrasta i radicali liberi, responsabili di moltissime malattie, anche al cuore.

Il Reishi allevia e riduce gli effetti collaterali dovuti alla chemioterapia e migliora la qualità di vita dei pazienti, aumentando l’energia e il benessere generale.

Infine, esercita un effetto positivo sulla prostata: infatti, promuove il flusso urinario e tiene sotto controllo l’aumento di volume della ghiandola. È efficace per:

  • acne
  • acne cistica e cicatrici
  • allergia a coloranti per capelli o ad altre sostanze chimiche
  • allergia al nichel
  • calcoli alla cistifellea
  • chemioterapia
  • cirrosi
  • dermatite allergica
  • dermatite infiammatoria
  • eczema
  • epatiti
  • eritema solare
  • fegato grasso
  • glomerulosclerosi focale segmentaria (GSFS)
  • insufficienza renale cronica
  • invecchiamento della pelle
  • iperplasia benigna della prostata
  • macchie cutanee dell’età
  • nefrite (o glomerulonefrite) cronica
  • nefrosi
  • rendere l’abbronzatura più omogenea
  • rughe
  • sabbia biliare
  • transaminasi alte

4° potere: malattie dell’energia (forza, ormoni e struttura), del cervello e del cuore

Il Reishi aumenta l’ossigenazione del sangue, l’afflusso sanguigno agli organi e l’efficienza cardiaca. Di conseguenza, muscoli, cuore e cervello funzionano meglio. Inoltre, questo fungo accresce l’energia prodotta da ogni cellula, potenziando in modo netto il vigore fisico personale e permettendo di ottenere risultati migliori tanto nello sport quanto nella vita di tutti i giorni.

Questo rimedio, poi, alza il tono dell’umore, la vitalità, l’iniziativa e la voglia di fare, tiene lontano l’ansia e migliora il sonno.

Il Reishi è ottimo contro le malattie cardiovascolari: ottimizza la resa energetica del cuore; innalza la portata di sangue in tutto l’organismo, in particolare negli organi vitali più importanti; abbassa la pressione sanguigna solo quando è alta; facilita lo scorrimento del sangue; ha un effetto antiossidante, che protegge il cuore e i vasi sanguigni dai danni causati dai radicali liberi; inibisce l’aggregazione

È d’aiuto anche nella cura e prevenzione delle patologie neurologiche. Merito del suo effetto protettivo sulla circolazione cerebrale; della sua capacità di rigenerare cellule nervose e nervi, favorendo la riparazione delle parti danneggiate; della sua azione contro gli accumuli nelle cellule nervose di sostanze dannose, come i radicali liberi; della sua capacità di combattere i tremori e di migliorare la memoria.

Il Reishi promuove, poi, la produzione di estrogeni e di progesterone, sostenendo così le funzioni sessuali femminili e migliorando diversi disturbi e malattie della sfera più intima della donna.

È ottimo anche nell’uomo: favorisce la produzione di testosterone, aiutando le funzioni sessuali maschili, e contrasta la ridotta fertilità.

Infine, il fungo protegge ossa e muscoli perché irrobustisce lo scheletro, le cartilagini articolari e il tessuto connettivo che sostiene la pelle e gli organi; difende le articolazioni soggette a usura e infiammazioni; ha un’azione decontratturante, antidolorifica e spasmolitica. È efficace per:

  • anomalie del ritmo cardiaco
  • ansia
  • calo della libido
  • cervicalgia
  • contratture ai muscoli
  • convalescenza
  • endometriosi
  • extrasistoli
  • infarto
  • insonnia e sonno disturbato
  • irregolarità mestruali
  • malattie cardiache
  • malattie psicosomatiche
  • menopausa
  • morbo di Parkinson
  • osteoporosi
  • premenopausa
  • ridotta fertilità femminile
  • ridotta fertilità maschile
  • ritmi intensi
  • sclerosi multipla
  • sintomatologia ansioso-depressiva lieve
  • sport
  • tachicardie
  • tremori
 
Bibliografia
Lakshmi B./Ajith T.A./Nayana J./Janardhanan K.K. (2006): “An- ti-mutagenic activity of
methanolic extract of Ganoderma lucidum and its effect on hepatic damage caused by
benzo[a]pyre- ne”, in Journal of Ethnopharmacology, 107, pp. 297-303.
Powell M. (2006): “The Use of Ganoderma lucidum. in: the Mana- gement of Histamine-Mediated
Allergic Responses”, in Col- lin J./Brown L. (Eds.), Townsend Letter for Doctors and Patients,
Seattle, Washington, Consolidated Press, pp. 26-30.]
Walter Ardigò